Nel gennaio 1990 è stata fondata ufficialmente l’associazione “Stella d’Oro Bassa Vallagarina”. L’associazione nasce per sopperire alla mancanza del trasporto infermi nella Bassa Vallagarina dovuta alla chiusura del pronto soccorso dell’ospedale di Ala, causando  così notevoli ritardi sull’arrivo dell’ambulanza, che proveniva da Rovereto. I consigli comunali di Ala e di Avio sollecitavano ormai da vari anni il problema del trasporto infermi.

Per questo problema, un gruppo di volontari con a capo Roberto Franchini, ha iniziato ad attivarsi nella fine degli anni 80 e in pochi mesi hanno raccolto il consenso di circa un centinaio di cittadini, fra Ala e Avio, per appoggiare l’iniziativa o per prestare servizio volontario sull’ambulanza, dopo aver seguito un corso di formazione.

Il progetto ha incontrato non poche difficoltà, ma prima della fine del 1989 sono stati raggiunti gli accordi con l’unità sanitaria locale per partire con il primo corso di formazione per i volontari del soccorso e terminare ad aprile del 1990 con un gruppo di 60 volontari abilitati. Dopo un tirocinio guidato dal responsabile del servizio trasporto infermi di Rovereto, è entrata finalmente in servizio la prima ambulanza con sede all’ospedale di Ala, messa a disposizione dal Servizio infermi di Rovereto.
Grazie anche all’aiuto di un esperto istruttore di guida, è stato creato il primo gruppo di autisti, il quale ha permesso di iniziare a marciare sia per l’emergenza sia per il trasporto programmato. Inoltre, con l’andare degli anni l’Associazione si è dotata anche di un pulmino per il trasporto disabili, anziani e pazienti del Servizio di Igiene Mentale.

Nel 1996, a seguito di una convenzione con l’Azienda Sanitaria Trentina, è stata acquistata una seconda ambulanza. Stella d’Oro è stata riconosciuta a livello giuridico dalla Giunta Provinciale di Trento ed è iscritta all’associazione di Volontariato della Provincia Autonoma di Trento. L’Associazione ad oggi opera sul Territorio con: 100 volontari di cui 80 attivi in servizio sanitario, 25 attivi in servizio sociale, 5 dipendenti, un medico con la figura di “direttore sanitario”, 2 infermieri del 118 e 14 istruttori iscritti all’albo provinciale del 118 che mantengono la formazione continua ai volontari.

Storia_2
storia_3
storia_1
storia_4
Storia_5
interventi_emergenza

Questi i nostri risultati

714 Interventi di emergenza
2879 Eventi programmati
3600 Persone trasportate
7349 Ore di servizio sul territorio
110.000 Km Percorsi in un anno
300 Ore di formazione per i volontari
47 Assistenze sportive e culturali
9 Incontri nelle scuole materne con il progetto "Giochiamo con l'ambulanza"
1 Serata pubblica sul tema "Emergenze pediatriche"
1 Corso di primo soccorso